Tutti gli articoli di next

Per Lorenzo

 

CHI HA COMPAGNI NON MUORE MAI
Lorenzo ci ha lasciati. Perdiamo un compagno come pochi. Firenze perde un pezzo di storia. Una storia di parte che Lorenzo ha vissuto in tutti questi anni sulle barricate, sempre schierato dalla parte giusta, dalla parte degli ultimi. Dalla militanza rivoluzionaria negli ’70 alle tante lotte per il diritto alla casa… sono migliaia le persone che hanno avuto la fortuna di conoscere il suo coraggio, la sua testardaggine, la sua straordinaria umanità. Lorenzo non si è mai fermato, neanche nei momenti e negli anni più difficili. Una vita intera dedicata a tenere alta la bandiera di un riscatto possibile, da conquistare sul campo. E l’insegnamento più importante che ci lascia è proprio questo: contro l’ingiustizia di questo mondo non bastano le belle parole, e lui non si è mai accontentato di “chiacchierare”. Per lui non è mai stato il momento sbagliato per lottare. Il suo ricordo e il suo insegnamento sono beni preziosi di cui fare tutti tesoro. Fino all’ultimo respiro ha fatto di tutto perché il fuoco delle lotte non si spegnesse. E non si spegnerà.

In ogni picchetto,
in ogni occupazione
dietro ad ogni barricata,
resistendo alle cariche della polizia,
continuando a sfidare questo mondo,
Lorenzo continuerà ad essere con noi in prima fila.

Stai tranquillo, non è finita qui…
Hasta la victoria companero!

Aspettando chiarezza sul giorno dei funerali, ci prepariamo a dare a Lorenzo il saluto che si merita nelle strade e nelle piazze di Santa Croce, luoghi vissuti da Lorenzo tra mille scontri e battaglie…

I compagni e le compagne della lotta per la casa e dei collettivi autonomi di Firenze.

 

Ciao Lorenzo, ci mancherai tanto!

ciao-lorenzoHai voglia a dire che lo avrebbe detto anche Lorenzo: la lotta continua. Parole scontate ma non semplici da trasformare in azioni compiute e sicuramente difficili da realizzare senza la sua disarmante semplicità a cui ci aveva abituato nei numerosi momenti di confronto con al centro il diritto alla casa, anzi all’abitare come oramai siamo usi declinare un percorso con una storia davvero enorme. Come non vivere male una sottrazione di questo tipo, un’assenza che si farà maledettamente sentire? Come reagire sapendo che un pezzo rilevante di memoria storica e di irriducibilità politica lo abbiamo perso?

La cosa che maggiormente abbiamo imparato da Lorenzo però è ciò che ci consentirà di andare avanti con decisione: l’indipendenza di giudizio e di movimento. La capacità di compiere scelte difficili dentro un’autonomia di percorsi e di pratiche del conflitto. Un’insofferenza alle gabbie ideologiche e alle affermazioni scontate. Il provare a comprendere ciò che ci accade intorno e nello stesso tempo sorprendere con azioni che lasciano il segno, che allargano spazi, che rovesciano il mondo. Che ci consentono di camminare sulla testa dei re.

Non ci consola tutto questo però. Perché non lo vedremo più sparire nel bel mezzo di una riunione anche importante per tifare Fiorentina e tornare con l’umore un pochino cambiato dal risultato. Non potremo più provare a convincerlo con interminabili telefonate di spostarsi da Firenze per un incontro nazionale e sentirsi rispondere “ci provo”. Soprattutto ci mancherà il tono della sua voce, che a volte sembrava accarezzarti, ma che sapeva indurirsi per far sentire le ragioni delle nostre lotte.

Siamo cresciuti tanto negli ultimi tempi e lo abbiamo fatto insieme. Roma e Firenze hanno dato un contributo non indifferente per far emergere il tema del diritto alla casa e dargli una rinnovata dignità. Quante riunioni a via Aldini, vicino allo stadio, con “Abitare nella crisi”. Quante decisioni importanti prese collettivamente. Quanta follia nei nostri gesti e nella pretesa di riappropriazione diretta, nella gestione della barricata e della trattativa, nello scontro a viso aperto con chi prova a sbarrarci il cammino. I vecchi e nuovi poveri, generazioni intrecciate in un punto di vista non malleabile, antagonista e sorridente. Capace di sfidare i potenti a mani nude e con le aste delle nostre bandiere. Mai cortigiani.

Proveremo a continuare così. Senza dimenticare per un solo momento il tuo viso e i tuoi lunghi capelli, le tue canottiere, la tua borsa a tracolla, trasandato e umile nella presenza, quanto potente nello sguardo e nei gesti quando serviva, nelle strade e nei palazzi occupati. Continueremo ad essere meticci e in movimento, senza riguardo per la politica politicante e dentro una semplicità di linguaggi proveremo a prenderci ciò che ci spetta, a spinta come sempre.

Ma ci mancherai, stanne certo.

Movimento per il diritto all’abitare -Roma

 

Testimonianze e interventi per ricordarlo

https://wombat.noblogs.org/2017/06/05/per-lorenzo/

Sab 3 giugno – Inchiostri Ribelli

inchiostriContinua Inchiostri Ribelli 2017!
Tutto il programma qui —> http://inchiostriribelli.noblogs.org

Sabato 3 giugno @ Nextemerson

– h21:30 Presentazione di “A/traverso” con l’autore Luca Chiurchiù
– h22:00 CONCERTO HIP-HOP
Mortal Wombat Dj-Set
– Selezione vinilica [Hip Hop/Funky] e cerchio ballerino [Breakdance] by Exchange cypherz

Esa aka El Presidente
Ice One: set Elettro – Hip Hop – Break Beat

Sab 3 Giugno per inchiostri ribelli – Presentazione del libro A/traverso

presentazione a-traverso A4Ore 21.00

Presentazione di: La rivoluzione è finita, abbiamo vinto. Storia della rivista  A/traverso

con l’autore Luca Chiurchiù

La storia di una delle riviste più rappresentative del Movimento del ‘77, un’esperienza collettiva straordinariamente innovativa. Il primo esempio di grafica punk italiana, i cui riferimenti erano il futurismo di Majakovskij e un’originale rivisitazione dello spirito dadaista.

Ma fu anche una rivista che proponeva raffinate analisi politiche e filosofiche mirate a liberarsi dal modello leninista dell’organizzazione per fondare un movimento di collettivizzazione della vita quotidiana, di proliferazione di esperienze micro-politiche di autorganizzazione.

Nel suo primo editoriale «A/traverso» si esprimeva così: «Appropriazione e liberazione del corpo, trasformazione dei rapporti interpersonali, sono il modo in cui oggi ricostruiamo un progetto contro il lavoro di fabbrica, contro qualsiasi ordine fondato sulla prestazione e sullo sfruttamento».

Due recensioni:

http://cedocsv.blogspot.it/2017/03/non-prendere-il-potere-atraverso-una.html

https://www.carmillaonline.com/2017/05/12/38008/

25-26-27 maggio IL FEST

rumorifestCollettivo Nuovi Rumori e csa nEXt Emerson sono stralieti di annunciare IL FEST, una tre giorni da doppia libidine, con concerti su due palchi, esposizioni, installazioni, discussioni e dibattiti.
Il 25, 26, 27 maggio non prendere impegni.

————————–————————–————————–————
Giovedì 25 maggio:

Ore 22.30

- Youth Avoiders – (Paris, FRA) – Punk n’roll masters che di più non si può -
https://youthavoiders.bandcamp.com/
http://youthavoiders.free.fr/

- Stalled Minds – (Paris, FRA) – Calci in bocca e testate dalla Tour Eiffel -
https://stalledminds.bandcamp.com/releases

- Sect mark – (Roma) – / Ex Lexicon Devils / Lo-fi punx hc per capire. -
https://hiddenhandsrecords.bandcamp.com/releases

- ERMES – ( 3/4 Prato, 1/4 Piacenza ) ex Topsy the great, ex Architecture Of the Universe, ex Hijackers on the hip, ex Funny Noise, ex tutto e un po’. Ora fanno cose.
https://ermesband.bandcamp.com/

————————–————————–————————–————
Venerdì 26 maggio:

Ore 18:
Iniziativa sull’antispecismo con il collettivo Agripunk

Ore 21 cena benefit

Ore 22.30:

- Black Gremlin – (Parma) – Raw ‘ n ‘ roll pestifero
https://blackgremlin.bandcamp.com/releases

- Woodwall – (Massa) Stoner sludge legnoso
http://woodwall.bandcamp.com/

- Nausea Or Questra – (Prato) Stoner rock
https://nauseaorquestra.bandcamp.com/

————————–————————–————————–————
Sabato 27 maggio

Ore 22.00:

- Tutti I Colori Del Buio – (Torino) – 666 hardcore -
https://ticdb.bandcamp.com/

- ZEIT – (Venezia) – Gondole post apocalittiche, adatte al punk -
https://zeithc.bandcamp.com/

- Council of Rats – (Milano) – Cappucci tirati su e tupatupa -
(Presentano il nuovissimo disco COARSE)
https://councilofrats.bandcamp.com/

- Benci – (Grosseto) Nuovo frizzante duo mathnoise

- Egeria – (Firenze) Death n’roll masterz
https://egeria.bandcamp.com/

- La Cuenta – sludge masters fiorentini, più o meno, presentano ” La Confessione di Antonius Block “, loro ultimissimo lavoro
https://lacuenta.bandcamp.com/

- Insight – (Firenze) Post punk/new wave

- A seguire dj set by Radio Wombat

————————–————————–————————–————

Per tutte e tre le giornate ci saranno esposizioni, installazioni e workshop ( a presto la lista dei partecipanti ed il calendario completo).
se cerchi dello spazio per mostrare le tue idee, le tue opere, la tua arte, scrivici pure su facebook, sulla nostra pagina. troveremo
sicuramente uno spazio anche per te.

ecco i confermati ad oggi:

Ilaria Guarducci
Silvicius
Lafabbricadibraccia
Luca Zolfo Artworks
Chiara Borredon – Photographer
Tommaso Marchiani – Artist page
Giulia Brachi
Santa Valvola Records
Dio Drone
Punti Scena Records
Impeto Records

Sabato 27 maggio MILONGA + presentazione libro

volantino salaballo copia

 

 

 

 

 

    SABATO 27 MAGGIO 

ore 18,30: presentazione del libro                           “Buenos Aires Café”                                                       con l’autrice e fotografa Lucia Baldini

ore 20,00: apericena a prezzi popolari

ore 22,00-3,00 MILONGA di TangoSognato

DJ: Marina Mondini da Genova

Prenotazione obbligatoria degli ingressi via mail: beatricezernitz@virgilio.it.               Attenzione: attendere la mail di conferma!                 Si prega di comunicare eventuali disdette via sms al 333-1148968, onde consentire l’ingresso ad altre persone.

Per realizzare una milonga ordinata e piacevole per tutti/e, si raccomanda di invitare  con mirada e cabeceo, di rispettare la ronda e di lasciare la pista libera durante la cortina !!

Info: Beatrice 333-1148968

Gio 18 – Dom 21 Maggio la biblioteca del Csa aL Festival della letteratura sociale

pieghevole festival-page-002Da Giovedì 18 a Domenica 21 si svolgerà alla Polveriera Occupata la seconda edizione del “Festival della Letteratura Sociale” con dibattiti, presentazioni e interventi

La Biblioteca del Csa sarà presente tutti e quattro i giorni con la propria distribuzione, materiale informativo e prestito libri

La presentazione e il ricco programma su  http://lapolveriera.blogspot.it/