Archivi categoria: Iniziative

Per Lorenzo

 

CHI HA COMPAGNI NON MUORE MAI
Lorenzo ci ha lasciati. Perdiamo un compagno come pochi. Firenze perde un pezzo di storia. Una storia di parte che Lorenzo ha vissuto in tutti questi anni sulle barricate, sempre schierato dalla parte giusta, dalla parte degli ultimi. Dalla militanza rivoluzionaria negli ’70 alle tante lotte per il diritto alla casa… sono migliaia le persone che hanno avuto la fortuna di conoscere il suo coraggio, la sua testardaggine, la sua straordinaria umanità. Lorenzo non si è mai fermato, neanche nei momenti e negli anni più difficili. Una vita intera dedicata a tenere alta la bandiera di un riscatto possibile, da conquistare sul campo. E l’insegnamento più importante che ci lascia è proprio questo: contro l’ingiustizia di questo mondo non bastano le belle parole, e lui non si è mai accontentato di “chiacchierare”. Per lui non è mai stato il momento sbagliato per lottare. Il suo ricordo e il suo insegnamento sono beni preziosi di cui fare tutti tesoro. Fino all’ultimo respiro ha fatto di tutto perché il fuoco delle lotte non si spegnesse. E non si spegnerà.

In ogni picchetto,
in ogni occupazione
dietro ad ogni barricata,
resistendo alle cariche della polizia,
continuando a sfidare questo mondo,
Lorenzo continuerà ad essere con noi in prima fila.

Stai tranquillo, non è finita qui…
Hasta la victoria companero!

Aspettando chiarezza sul giorno dei funerali, ci prepariamo a dare a Lorenzo il saluto che si merita nelle strade e nelle piazze di Santa Croce, luoghi vissuti da Lorenzo tra mille scontri e battaglie…

I compagni e le compagne della lotta per la casa e dei collettivi autonomi di Firenze.

 

Ciao Lorenzo, ci mancherai tanto!

ciao-lorenzoHai voglia a dire che lo avrebbe detto anche Lorenzo: la lotta continua. Parole scontate ma non semplici da trasformare in azioni compiute e sicuramente difficili da realizzare senza la sua disarmante semplicità a cui ci aveva abituato nei numerosi momenti di confronto con al centro il diritto alla casa, anzi all’abitare come oramai siamo usi declinare un percorso con una storia davvero enorme. Come non vivere male una sottrazione di questo tipo, un’assenza che si farà maledettamente sentire? Come reagire sapendo che un pezzo rilevante di memoria storica e di irriducibilità politica lo abbiamo perso?

La cosa che maggiormente abbiamo imparato da Lorenzo però è ciò che ci consentirà di andare avanti con decisione: l’indipendenza di giudizio e di movimento. La capacità di compiere scelte difficili dentro un’autonomia di percorsi e di pratiche del conflitto. Un’insofferenza alle gabbie ideologiche e alle affermazioni scontate. Il provare a comprendere ciò che ci accade intorno e nello stesso tempo sorprendere con azioni che lasciano il segno, che allargano spazi, che rovesciano il mondo. Che ci consentono di camminare sulla testa dei re.

Non ci consola tutto questo però. Perché non lo vedremo più sparire nel bel mezzo di una riunione anche importante per tifare Fiorentina e tornare con l’umore un pochino cambiato dal risultato. Non potremo più provare a convincerlo con interminabili telefonate di spostarsi da Firenze per un incontro nazionale e sentirsi rispondere “ci provo”. Soprattutto ci mancherà il tono della sua voce, che a volte sembrava accarezzarti, ma che sapeva indurirsi per far sentire le ragioni delle nostre lotte.

Siamo cresciuti tanto negli ultimi tempi e lo abbiamo fatto insieme. Roma e Firenze hanno dato un contributo non indifferente per far emergere il tema del diritto alla casa e dargli una rinnovata dignità. Quante riunioni a via Aldini, vicino allo stadio, con “Abitare nella crisi”. Quante decisioni importanti prese collettivamente. Quanta follia nei nostri gesti e nella pretesa di riappropriazione diretta, nella gestione della barricata e della trattativa, nello scontro a viso aperto con chi prova a sbarrarci il cammino. I vecchi e nuovi poveri, generazioni intrecciate in un punto di vista non malleabile, antagonista e sorridente. Capace di sfidare i potenti a mani nude e con le aste delle nostre bandiere. Mai cortigiani.

Proveremo a continuare così. Senza dimenticare per un solo momento il tuo viso e i tuoi lunghi capelli, le tue canottiere, la tua borsa a tracolla, trasandato e umile nella presenza, quanto potente nello sguardo e nei gesti quando serviva, nelle strade e nei palazzi occupati. Continueremo ad essere meticci e in movimento, senza riguardo per la politica politicante e dentro una semplicità di linguaggi proveremo a prenderci ciò che ci spetta, a spinta come sempre.

Ma ci mancherai, stanne certo.

Movimento per il diritto all’abitare -Roma

 

Testimonianze e interventi per ricordarlo

https://wombat.noblogs.org/2017/06/05/per-lorenzo/

Sab 1° Aprile – Montanti dal Basso

16603056_10210777663830601_1832475012764197931_n

La Palestra Popolare San Pietrino vi invita ad una giornata di sport popolare.

Ore 17:00:
Assemblea Nazionale del Coordinamento Cappa.
Durante lo svolgimento dell’Assemblea si eseguiranno le visite mediche preliminari (controllo del peso, misura della pressione, controllo battito cardiaco) a tutti gli atleti che si esibiranno negli incontri serali.
Ore 18:30:
Allenamento aperto di breaking BBoyng Open Practice organizzato dal  gruppo Break Dance della Palestra Popolare Sanpietrino.
Ore 19:30
Apericena Sociale.
Ore 20:00
Spettacolo con la compagnia  di cabaret Zirkus e  HOST “Collettivo Clown Milano”.
Ore 21:30                                                                                                                   Incontri di pugilato.  Esibizioni al meglio delle 3 riprese da 2 minuti l’una (3X2).
Ci sarà la giuria composta dal Coordinamento Cappa con arbitro e autoambulanza a bordo ring.
Il ring sul quale saranno svolti gli incontri sarà regolamentare 6mX6m.

Sab 25 Feb – Pure Groove Dynamite Conference

16722791_387747304915142_8153173343993693100_o3 Sound System artigianali, ognuno con il proprio carico di casse, vinili, cavi e amplificatori !

- SOUL ROCKERS SOUND SYSTEM feat. PAPA BUJU

- ROMOLA SOUND SYSTEM

- LA SVOLTA SOUND SYSTEM

SERATA BENEFIT BSA

https://www.facebook.com/BrigateSolidarietaAttiva/?fref=ts

Ulteriori dettagli

https://www.facebook.com/events/352436341804872/

15-16 e 21-22 ottobre 2016 – Dieci anni di NextEmerson!

bat-compleanno

Due fine settimana per festeggiare i 10 anni del NextEmerson!

Sab 15 / Dom 16 e Ven 21 / Sab 22 ottobre 2016.

Concerti, cabaret, libri, documentari, workshop…
A presto tutto il programma… tenetevi liberi/e!

Toselli sotto assedio resiste!

—————————————————————————————————

Stasera – 5/agosto- ore 21, partenza da Piazza Puccini
Corteo contro gli sgomberi e per la liberazione degli arrestati

—————————————————————————————————

Aggiornamenti via Twitter qui —-> https://twitter.com/csanextemerson
Via Facebook qui —-> https://it-it.facebook.com/infosciop.vialecorsica/

Radio Onda Rossa —>

 

Radio Onda d’Urto  —>

 

Comunicato dei Tosellin*  che resistono

TOSELLI OCCUPATA RESISTE ALL’ASSEDIO!

4 agosto. Sono le 10:00. Mi affaccio alla finestra e mi accorgo subito che qualcosa non torna, la municipale sta deviando il normale corso degli autobus, tempo 10 minuti e arrivano camionette, celere, digos. Chiudono tutte le strade nei pressi dell’occupazione; Toselli si affaccia sull’incrocio di due arterie principali della città e chiuderle non è una cosa da poco. Siamo assediati, tutte le vie sono chiuse dalle forze dell’ordine.. arrivano anche i pompieri con le scale.
Siamo pronti, ci barrichiamo dentro il posto. LA PARTITA E’ APERTA. Questa è casa nostra e siamo pronti a difenderla.
Ore 11:00. la polizia riesce a entrare e comincia a spararci addosso lacrimogeni e idranti, non cediamo ma dopo poco riescono a superare anche la barricata dell’ultimo piano. Esasperati, si gettano sul primo di noi che trovano, un cazzotto nel viso e passano oltre. Ci prendono e ci chiudono in una stanza, mentre iniziano a distruggere il posto che con fatica in questi mesi abbiamo costruito. Tre di noi però sono sul tetto, decisi a rimanerci per tutto il tempo necessario. Li sostengono i cori dei tanti solidali accorsi sotto lo stabile. LA PARTITA E’ ANCORA APERTA.

Sono anni che i nostri politici tagliano servizi e welfare state, c’è però una voce di bilancio che non teme riduzioni: la repressione. L’assedio da parte delle forze dell’ordine di Toselli occupata ce ne dà la triste prova. Un impiego di mezzi e uomini che non si vedeva dai tempi di Carlo Quinto! Decine di migliaia di euro buttati per sgomberare 15 ragazzi che, nella Firenze della speculazione edilizia e del lavoro nero sottopagato, hanno trovato autonomamente una soluzione al problema della casa. Una scelta coraggiosa dettata non solo dalle difficoltà economiche ma anche dalla voglia di costruire una quotidianità diversa da quella del pasto surgelato mangiato da soli davanti a “Affari tuoi”. Non solo una casa però, ma un luogo dove incontrarsi e organizzarsi contro questo presente che ci vorrebbe tristi e isolati. Uno spazio dove nei mesi si sono susseguiti incontri e iniziative: dalla lotta dei migranti a Ventimiglia alla liberazione del corpo femminile. Un luogo che è riuscito ad aprirsi al quartiere e alla città mettendo a disposizione laboratori aperti a tutti, una ciclofficina, atelier per giovani artisti e molto, molto altro. Tutto questo è ciò che gli occupanti hanno provato a difendere. Per questo 9 di loro sono attualmente ai domiciliari in attesa della direttissima di sabato mattina. Ma sul tetto e per le strade del quartiere ancora si resiste. LA PARTITA E’ APERTA. Questo spazio è nostro e siamo pronti a difenderlo.

Toselli occupata è stata la nostra casa e uno spazio aperto tutti, ma la questura si sbaglia se crede che questa esperienza terminerà insieme alla chiusura dell’edificio. Ciò che abbiamo costruito all’interno dello stabile, più che un luogo abitabile e attraversabile, sono relazioni e affinità. Relazioni e affinità che in queste ore stanno dando prova di tutta la loro forza. Ci volevano isolati, tutta la città si sta mobilitando al nostro fianco.
LA PARTITA E’ APERTA, ed è chiaro a tutti che senza casa non ci stiamo.

STASERA, 5 AGOSTO ORE 21.OO, PIAZZA PUCCINI: CORTEO CONTRO GLI SGOMBERI E PER LA LIBERTA’ DEI RAGAZZI FERMATI. LA MOBILITAZIONE E’ APPENA COMINCIATA!