domenica 3 luglio – ciclo fantascienza italiana – proiezione di “i criminali della galassia”

Allo spazio Quilombo (secondo cancello)

Ore 20.00 Apericena

Ore 21.30 Proiezione di “I criminali della galassia ” di Antonio Margheriti, 1965

Mutanti, gente miniaturizzata, arti marziali, pistole che sparano fiammate, astronavi brutte e sangue finale.

È la prima e la migliore pellicola pubblicata del cosiddetto “quartetto Gamma Uno” (dal nome della stazione spaziale usata come ambientazione), una serie di quattro film a basso costo girati contemporaneamente nel giro di 3 mesi da Margheriti. L’intento era di dare vigore ad un genere “made in Italy” economico e che si differenziasse da quello ad altissimo costo delle pellicole statunitensi.

«Uno scienziato pericoloso nella sua folle genialità, donne misteriose che circuiscono le vittime designate, umanoidi dotati di quattro braccia: sono questi alcuni degli ingredienti che Margheriti impiega per rilanciare la fantascienza italiana. Il film, accolto con indifferenza dalla critica nostrana, è stato rivalutato nel corso degli anni come opera originale, ricca di spunti e di citazioni […].»
da Fantafilm

1 luglio – INNERCITY JUNGLE e Shinjin Droidz


Dalle 19:00 alle 00:00

Arriva luglio e noi vi portiamo nella jungla!
Quella jungla fatta di suoni e ritmi che, se pur diversi tra loro, sono uniti da un filo conduttore e da solide radici culturali.Dopo un anno torniamo a far ballare nel giardino del Next Emerson di Firenze con il nostro dj set
a 360 gradi!HIP HOP – DUBSTEP – DRUM&BASSLINE UP DJ’S✪✪ SHINJIN https://www.facebook.com/shinjin.droidz✪✪ SEC https://www.facebook.com/djsecnuclearchild✪✪ ANTISTATIC https://www.facebook.com/Antistatic-Innercity-jungle-267147258409▶ ASCOLTA I NOSTRI MIXATI SU https://www.mixcloud.com/innercityjungle/
Come sempre vi chiediamo di arrivare presto perché, per rispetto del vicinato, non faremo tardissimo. E per chi è affamato e assetato  ci sono i panini e le birrette del Next Emerson!

Domenica 19 giugno dalle 9.30 – Camminata al cippo di Radio Cora

Il cippo di Radio Cora è posto nel luogo (vicino l’abitato di Cercina) dove furono fucilati dai nazisti alcuni membri della radio clandestina che operava a supporto dei partigiani

Ritrovo alle 9.00 e partenza alle 9.30 dal Csa Next-Emerson.

Pranzo preparato dal circolo Arci di Cercina

Lungo il sentiero verrano posti segnavia con QRcode che illustrano i vari episodi della Resistenza fiorentina che si sono svolti nella zona

Ritorno per lo stesso sentiero con arrivo previsto per le 15.00 al Csa Next-Emerson

Portarsi acqua e indossare scarpe da trekking

domenica 19 giugno – ciclo fantascienza italiana – proiezione di “terrore nello spazio”

Allo spazio Quilombo (secondo cancello)

Ore 20.00 Apericena

Ore 21.30 Proiezione di “Terrore nello spazio” di Mario Bava, 1965

Con due lire Mario Bava sforna un capolavoro dell’horror fantascientifico scopiazzato da mezzo mondo

Il film è stato citato come uno dei migliori film di fantascienza italiani del periodo e come fonte di ispirazione per la realizzazione di Alien (1979) di Ridley Scott

«Costretto a lavorare con un budget ridotto, Mario Bava sfrutta con intelligenza i risvolti orrorifici del soggetto per trasmettere visivamente il senso del mistero e della minaccia. Con pochi trucchi artigianali il regista crea un mondo silenzioso, soffuso di ombre e di nebbie avvolgenti, pronto ad esplodere ad un bagliore improvviso o ad un grido di terrore […] Caso più unico che raro per la fantascienza italiana, su Terrore nello spazio è stato scritto molto e in termini elogiativi, spesso con l’occhio rivolto al posteriore Alien e che ne riprende, con tutta evidenza, alcune situazioni chiave e l’atmosfera.» da Fantafilm

Una recensione qui https://www.altrimondi.org/terrore-nello-spazio/

11 Giugno Corpi controcorrente. El deporte es de quién lo práctica. – Benefit Barrio Bravo – San Pietrino

La palestra Popolare San Pietrino ha il piacere di ospitare Emilio, insegnante di capoeira della palestra Barrio Bravo, Chiapas, Messico.

Nel freschissimo giardino del next emerson, il programma della giornata:
H 15 Workshop di capoeira a cura di Emilio (Barrio Bravo)
H 16 e 30 Assemblea tra le palestre presenti
H 18 Dimostrazioni di pugilato
H 20 Cena vegana

Selezione musicale
dalle 19 alle 22 Rootsman Skan (reggae)
dalle 22 Аеродром – Strictly Disco (DiscoDisco)

Il ricavato della giornata sarà benefit per la palestra Barrio Bravo e San Pietrino.

Se volete finanziare il progetto della palestra popolare Barrio Bravo è attivo un crowdfunding qui : https://www.produzionidalbasso.com/project/una-nuova-casa-per-la-palestra-popolare-barrio-bravo/

Riprendiamo alcuni passaggi del testo

La Palestra Autonoma Popolare Barrio Bravo è un progetto senza scopo di lucro, sociale, comunitario, antirazzista e antisessista che promuove sport libero, gratuito e popolare. Attualmente la Palestra utilizza uno spazio in affitto nel quartiere, che sarà disponibile solo fino ad aprile 2022. Da quella data, la palestra sarà di nuovo senza casa. L’obiettivo è costruire un nuovo spazio.

Siamo un collettivo di internazionaliste e internazionalisti che vive nel quartiere. Crediamo di avere molto da imparare dalla storia di autorganizzazione popolare di Cuxtitali. Desideriamo dare il nostro contributo in questo cammino e per questo proponiamo il progetto della Palestra Autonoma Popolare Barrio Bravo

L’antico Barrio di Cuxtitali si trova ai margini di San Cristobal de Las Casas, Chiapas (Messico). Per la sua forte identità ribelle, per le caratteristiche bellicose proprie di un quartiere operaio e popolare, era detto a suo tempo “Barrio Bravo” (Borgo Coatto)

Attualmente la zona di Cuxtitali è sotto il fuoco incrociato della gentrificazione (con la relativa speculazione immobiliaria), la crescita della macchia urbana e dell’industria refresquera che punta a privatizzare, con l’appoggio delle corrotte autorità municipali, le sorgenti che storicamente forniscono acqua potabile agli abitanti del quartiere.

In questo contesto una palestra può apportare un elemento specifico in più alle già conosciute qualità di vita promosse da altri processi simili

Una palestra inclusiva, aperta a tutti, libera dalla competitività che caratterizza il mondo dello sport che i mass media ci mostrano, dove o sei un campione o non sei nessuno

La Palestra mira a tessere reti di amicizia e collaborazione con atleti e altre palestre popolari indipendenti in Messico e nel mondo, promuovendo questa cultura della solidarietà dello sport a livello globale

dom 5 giugno – ciclo fantascienza italiana – proiezione di: la decima vittima

Allo Spazio Quilombo, secondo cancello

Ore 20.00 Apericena

Ore 21.30 proiezione di “La decima vittima”

Mastroianni ossigenato alle prese con una distopia sociale visivamente tra il futurismo avvenirista e la pop art. Unicum

In un futuro prossimo, al fine di contenere l’aggressività e la violenza, onde scongiurare qualsiasi germe di un eventuale conflitto bellico, è stata istituita una competizione a livello mondiale chiamata la Grande caccia, che conferisce ai propri iscritti la licenza di uccidere.

Un computer designa delle coppie di partecipanti, nel ruolo di Cacciatore e di Vittima. Il superstite dopo dieci competizioni, svolte alternativamente nell’uno e nell’altro ruolo, riscuote un cospicuo premio in denaro, con fama, onore e privilegi.

«La decima vittima sarà una satira del mondo attuale, una trasposizione allegorica di aspirazioni ed inquietudini dell’oggi dove verranno fustigati certi costumi, la ferocia dei rapporti individuali, l’arrivismo sociale dei tempi moderni.»
(Elio Petri, 1964)

«Una vicenda di fantasia che serve al regista Elio Petri per imbastire una denuncia contro il sistema capitalistico e contro l’invadenza dei mass media: gli uomini sono assimilati a merci di consumo, facilmente sostituibili, ed il loro ruolo sociale è circoscritto all’occasione di uno spettacolo di massa. Il film rientra nel genere della fantascienza italiana, ma si distingue per un impegno produttivo superiore alla media e per un intelligente utilizzo dei temi propri della commedia di quegli anni […]»
(Fantafilm
)

Regia Elia Petri anno 1965 durata 90 min

Prossime proiezioni

Domenica 19 Giugno: Terrore nello spazio

Domenica 3 Luglio: Criminali della galassia