Festival del Cinema Documentario Resistente 2019

Prima edizione del Festival del Cinema Documentario Resistente.

Cinema di Castello / NextEmerson
dal 18 al 20 ottobre 2019

Programma

Venerdi’ 18 ottobre – c/o Cinema di Castello

21.30 – The Harvest (di Andrea Paco Mariani, 73′, IT, FullHD, 2017, ita)
presenti Andrea Paco Mariani (regista), Marta Melina (produttrice)


Sabato 19 ottobre – c/o NextEmerson

18.00 – The battle for New York (di Valerio Ciriaci, USA, 2018) (collegamento video con il regista)
19.00 – presentazione del progetto SMK Videofactory
20.00 buffet

Sala I

21.00 presentazione di The Milky Way di Luigi D’Alife (in produzione) con proiezione di Sul Confine occidentale (IT, 2018, 20min, ita) di Luigi D’alife presente Luigi D’alife (regista)
22.00 Il massacro di Cizre (di Luigi D’alife, IT, 2015, 17min, ita)
22.30 The antifascists (di Patrik Öberg and Emil Ramos, SE, 2017, 75min, eng sub ita) (collegamento video con i registi)

Sala II

21.00 The Stone River (di Giovanni Donfrancesco, IT/FR, HD, 87min, eng sub ita)
22.30 Entroterra. Memorie e desideri delle montagne minori (di Andrea Chiloiro, Riccardo Franchini, Giovanni Labriola, Matteo Ragno, ITA, 2018, 61 min) (presenti gli autori)


Domenica 20 ottobre c/o NextEmerson

17.00 Deforestazione made in Italy (di Francesco de Augustinis, IT, 2019, 67min, ita)
18.00 Per Lorenzo, ultimo magnifico (di Alessandro De Angeli, IT, 2019, 11min, ita)
18.30 The Atomic Café (di Jayne Loader, Kevin Rafferty e Pierce Rafferty, USA, 1982, 86min, eng sub ita)Musicato dal vivo
20.00 buffet

Sala I

21.00 26 de diciembre (di Silvia Maggi, ES, 2017, 71min, es sub ita) (collegamento video con la regista)
22.30 Another Lisbon Story (di Claudio Carbone, PT, 2017, 59min, pl sub ita) presente Claudio Carbone (regista)

Sala II

21.30 Antifa, chasseurs de skins (di Marc-Aurèle Vecchione, FR, 2008, 65min, fr sub ita)
22.30 Ditching the fear (di Rosa Cannone e Johanna Schellhagen, 2015, 80min, ita sub eng)

Per sinossi e trailer …….. vai qui

SAB 5 OTTOBRE -MILONGA DI TANGOSOGNATO

Milonga di Tangosognato: Sabato 5 ottobre 2019, dalle 22 alle 3


DJ Damian Boggio.

Ambiente accogliente, ottima musica proposta da DJ anche internazionali, che favorisce la concentrazione e il rispetto dei “codigos milongueros”, in particolare l’invito educato (con “mirada” e “cabeceo”), l’attenzione all’ingresso in pista (cercando lo sguardo dei ballerini in pista), il rispetto assoluto della ronda (restare in corsia, niente zig-zag) e dello spazio altrui.

Ingresso con contributo di importo libero, che verrà in parte reinvestito nelle attività di TangoSognato, e in parte devoluto per iniziative di solidarietà sociale: stavolta per la palestra del Next Emerson.

Prenotazione necessaria degli ingressi via sms o whatsapp (333.1148968), oppure anche via mail (beatricezernitz@virgilio.it). Attendere la conferma della prenotazione! In caso di disdetta, si prega di avvertire tempestivamente via sms o whatsapp, onde consentire l’ingresso ad altre persone.

Al bar: panini imbottiti, olio ed altri prodotti artigianali di Mondeggi Bene Comune – Fattoria Senza Padroni, vodka antisessista “Kollontai” e “amaro partigiano” della fabbrica recuperata Rimaflow.

Ven 20 settembre – Inchiostri Ribelli 2019

Torna il festival dedicato a tatuaggi e arti grafiche, itinerante in vari spazi autogestiti della citta’!

Nella prima giornata, si inizia con una serata musicale super eclettica al CSA Next Emerson, insieme a presentazioni, mostre, banchini…

Qui trovate il programma completo di Inchiostri Ribelli e le info con tutte le altre date e iniziative:
https://inchiostriribelli.noblogs.org
https://lapunta.org

BENEFIT INGUAIAT* CON LA LEGGE

ven 20 settembre

trans/genre live:
Othavio & il groove salvavita
LILI REFRAIN
-sound system set:
La Svolta feat. Don Fiku

>>>> Si principia con Othavio & il groove salvavita (aka Latobesodelafazenda)
BreakPoetry apuoligure senza troppe mozze
https://youtu.be/0_oKMVZ1dk4

>>>> ..poi si continua con il grande ritorno al NextEmerson di Lili Refrain!

– BIO LILI REFRAIN:
Lili Refrain è una chitarrista, compositrice e performer romana. Dal 2007 ha un progetto solista in cui suona chitarra elettrica, voce e loop in tempo reale senza alcun ausilio di computer o tracce pre-registrate. I suoi brani scaturiscono dall’orchestrazione delle innumerevoli sovrapposizioni che crea dal vivo, mescolando l’ambient minimalista a psichedelia, folk, blues, metal, opera lirica, svincolando qualsiasi definizione di genere e creandone uno personale. Inserisce successivamente anche l’uso di percussioni e sinth che arricchiscono i suoi arrangiamenti verso un’esperienza sempre più tesa alla ritualità.
Negli ultimi anni ha suonato incessantemente in tutta Italia e in Europa.
Ha realizzato tre album che vantano eccellenti critiche da parte di riviste del settore nazionali ed internazionali: “Lili Refrain” autoproduzione del 2007 ; “9” uscito nel 2010 con Trips Und Träume/Three Legged Cat; “KAWAX”, uscito nel 2013 per SUBSOUND RECORDS e SANGUE DISCHI. Alcuni dei suoi brani sono parte di colonne sonore di documentari, spettacoli teatrali e opere cinematografiche.
https://www.facebook.com/lilirefrain/
http://lilirefrain.blogspot.com/p/bio.html

>>> A seguire il dj set de La Svolta Sound System insieme al veterano Dj Don Fiku, con una selezione vinilica ska, rocksteady e reggae, questa volta su quel piccolo grande sound system che prende il nome di Emerson Setters!

– BIO LA SVOLTA SOUND SYSTEM:
La Svolta Sound System e’ un progretto che nasce a Firenze nel 2006 conl’obiettivo di diffondere messaggi di lotta e giustizia sociale attraverso le tematiche proprie della musica reggae e la cultura del sound system senza rinunciare all’aspetto di semplice intrattenimento.
Le selezioni viniliche hanno subito diverse influenze nel corso degli anni e comprendono ska, rocksteady, boss reggae e roots, senza escludere anche delle produzioni piu’ recenti.
L’amplificazione e’ affidata ad un impianto a preamplificazione valvolare a 3 vie totalmente autocostruito.
Si ispira, nell’aspetto e nella progettazione, ai primissimi sound system della storia unitamente ai sistemi sonori hi-fi anni ’60. Progettato per ottenere un suono meno artefatto possibile, include componenti ad alta efficienza, con la gamma bassa riprodotta da scoop da 18” e sezione media con storici woofer inglesi caricati in sospensione pneumatica.
L’idea di fondo e’ quella di produrre un suono differente da quello in voga da decenni nell’ambito sound system, meno aggressivo, ma piu’ caldo e lineare, caratterizzato da bassi presenti e profondi, effetti, sirene, filtri ed equalizzatori utilizzati live in stile overdub.
Tante le sessioni di questi anni, al fianco di musicisti, sound system ed Mc italiani e internazionali, svolte in larga parte in collaborazione con gli spazi autogestiti italiani.

Dom 22 settembre – Matinée Inchiostri Ribelli 2019

Seconda giornata dell’edizione 2019 di Inchiostri Ribelli…..

Dalle H 16.30 Matinée Hardcore con:

MooM – Israle PowerViolence
GEWOON FUCKING RAGGEN – Rotterdam PowerViolence
Double Me – Padova PowerViolence
SerpE – Firenze hc, primo concerto!
Vuoto Impero – Firenze posthc, primo concerto!

Dalle H 16.30 Presentazione “De Core” con Aladin

Dalle 18.30 “Breve storia della scena demo del c64” (a cura If_Do)

Merc 3 luglio – Arg! + A las barricadas!

Iniziano le serate estive nel fresco giardino nel NextEmerson!

Mercoledi’ 3 luglio

dalle 19 aperitivo mangereccio (se arrivi tardi male alloggi), a seguire:

Presentazione di

A las barricadas! Testimonianze anarchiche e antifasciste internazionali

di Leonhard Schaefer – Edizioni Erranti 2019

La storiografia si è molto occupata delle brigate internazionali e meno dei combattenti anarchici stranieri in Spagna.
Inoltre nella ricca produzione di scrittori spagnoli e stranieri su questa guerra spesso viene ancora oggi “dimenticato” che la rivolta di Barcellona del 1936 fu l’inizio di una rivoluzione sociale senza precedenti.
Desideriamo presentare con questo volume un capitolo piuttosto sconosciuto nel mondo libertario italiano: il ruolo dei volontari anarchici di madrelingua tedesca che lottarono a Barcellona e al fronte.
I volontari stranieri che si unirono alla CNT-FAI fanno parte dei “doppi perdenti” della guerra civile spagnola perché, non soltanto persero la guerra, ma anche la battaglia contro le forze antirivoluzionarie nel campo repubblicano.

A seguire, live freejazz

Arg!

Edoardo Ricci (Ance), Alessandro Geri (Contrabbasso), Jacopo Andreini (batteria)

Brani originali e libere improvvisazioni, elemento unificante del gruppo è il libero fluire del suono, una sorta di naturalismo musicale che ha come scopo principale quello di unire gli esseri viventi attraverso l’esperienza del suono e trovare un dialogo con l’ambiente che ci circonda. Nel concerto oltre agli stumenti acustici: sax, contrabbasso e batteria verranno utilizzati anche suoni elettronici.

Fine musica ore mezzanotte!

Via di Bellagio 15 – Firenze