Tutti gli articoli di next

domenica 19 giugno – ciclo fantascienza italiana – proiezione di “terrore nello spazio”

Allo spazio Quilombo (secondo cancello)

Ore 20.00 Apericena

Ore 21.30 Proiezione di “Terrore nello spazio” di Mario Bava, 1965

Con due lire Mario Bava sforna un capolavoro dell’horror fantascientifico scopiazzato da mezzo mondo

Il film è stato citato come uno dei migliori film di fantascienza italiani del periodo e come fonte di ispirazione per la realizzazione di Alien (1979) di Ridley Scott

«Costretto a lavorare con un budget ridotto, Mario Bava sfrutta con intelligenza i risvolti orrorifici del soggetto per trasmettere visivamente il senso del mistero e della minaccia. Con pochi trucchi artigianali il regista crea un mondo silenzioso, soffuso di ombre e di nebbie avvolgenti, pronto ad esplodere ad un bagliore improvviso o ad un grido di terrore […] Caso più unico che raro per la fantascienza italiana, su Terrore nello spazio è stato scritto molto e in termini elogiativi, spesso con l’occhio rivolto al posteriore Alien e che ne riprende, con tutta evidenza, alcune situazioni chiave e l’atmosfera.» da Fantafilm

Una recensione qui https://www.altrimondi.org/terrore-nello-spazio/

11 Giugno Corpi controcorrente. El deporte es de quién lo práctica. – Benefit Barrio Bravo – San Pietrino

La palestra Popolare San Pietrino ha il piacere di ospitare Emilio, insegnante di capoeira della palestra Barrio Bravo, Chiapas, Messico.

Nel freschissimo giardino del next emerson, il programma della giornata:
H 15 Workshop di capoeira a cura di Emilio (Barrio Bravo)
H 16 e 30 Assemblea tra le palestre presenti
H 18 Dimostrazioni di pugilato
H 20 Cena vegana

Selezione musicale
dalle 19 alle 22 Rootsman Skan (reggae)
dalle 22 Аеродром – Strictly Disco (DiscoDisco)

Il ricavato della giornata sarà benefit per la palestra Barrio Bravo e San Pietrino.

Se volete finanziare il progetto della palestra popolare Barrio Bravo è attivo un crowdfunding qui : https://www.produzionidalbasso.com/project/una-nuova-casa-per-la-palestra-popolare-barrio-bravo/

Riprendiamo alcuni passaggi del testo

La Palestra Autonoma Popolare Barrio Bravo è un progetto senza scopo di lucro, sociale, comunitario, antirazzista e antisessista che promuove sport libero, gratuito e popolare. Attualmente la Palestra utilizza uno spazio in affitto nel quartiere, che sarà disponibile solo fino ad aprile 2022. Da quella data, la palestra sarà di nuovo senza casa. L’obiettivo è costruire un nuovo spazio.

Siamo un collettivo di internazionaliste e internazionalisti che vive nel quartiere. Crediamo di avere molto da imparare dalla storia di autorganizzazione popolare di Cuxtitali. Desideriamo dare il nostro contributo in questo cammino e per questo proponiamo il progetto della Palestra Autonoma Popolare Barrio Bravo

L’antico Barrio di Cuxtitali si trova ai margini di San Cristobal de Las Casas, Chiapas (Messico). Per la sua forte identità ribelle, per le caratteristiche bellicose proprie di un quartiere operaio e popolare, era detto a suo tempo “Barrio Bravo” (Borgo Coatto)

Attualmente la zona di Cuxtitali è sotto il fuoco incrociato della gentrificazione (con la relativa speculazione immobiliaria), la crescita della macchia urbana e dell’industria refresquera che punta a privatizzare, con l’appoggio delle corrotte autorità municipali, le sorgenti che storicamente forniscono acqua potabile agli abitanti del quartiere.

In questo contesto una palestra può apportare un elemento specifico in più alle già conosciute qualità di vita promosse da altri processi simili

Una palestra inclusiva, aperta a tutti, libera dalla competitività che caratterizza il mondo dello sport che i mass media ci mostrano, dove o sei un campione o non sei nessuno

La Palestra mira a tessere reti di amicizia e collaborazione con atleti e altre palestre popolari indipendenti in Messico e nel mondo, promuovendo questa cultura della solidarietà dello sport a livello globale

dom 5 giugno – ciclo fantascienza italiana – proiezione di: la decima vittima

Allo Spazio Quilombo, secondo cancello

Ore 20.00 Apericena

Ore 21.30 proiezione di “La decima vittima”

Mastroianni ossigenato alle prese con una distopia sociale visivamente tra il futurismo avvenirista e la pop art. Unicum

In un futuro prossimo, al fine di contenere l’aggressività e la violenza, onde scongiurare qualsiasi germe di un eventuale conflitto bellico, è stata istituita una competizione a livello mondiale chiamata la Grande caccia, che conferisce ai propri iscritti la licenza di uccidere.

Un computer designa delle coppie di partecipanti, nel ruolo di Cacciatore e di Vittima. Il superstite dopo dieci competizioni, svolte alternativamente nell’uno e nell’altro ruolo, riscuote un cospicuo premio in denaro, con fama, onore e privilegi.

«La decima vittima sarà una satira del mondo attuale, una trasposizione allegorica di aspirazioni ed inquietudini dell’oggi dove verranno fustigati certi costumi, la ferocia dei rapporti individuali, l’arrivismo sociale dei tempi moderni.»
(Elio Petri, 1964)

«Una vicenda di fantasia che serve al regista Elio Petri per imbastire una denuncia contro il sistema capitalistico e contro l’invadenza dei mass media: gli uomini sono assimilati a merci di consumo, facilmente sostituibili, ed il loro ruolo sociale è circoscritto all’occasione di uno spettacolo di massa. Il film rientra nel genere della fantascienza italiana, ma si distingue per un impegno produttivo superiore alla media e per un intelligente utilizzo dei temi propri della commedia di quegli anni […]»
(Fantafilm
)

Regia Elia Petri anno 1965 durata 90 min

Prossime proiezioni

Domenica 19 Giugno: Terrore nello spazio

Domenica 3 Luglio: Criminali della galassia

brugole e merletti 2022

** SAB 7 + DOM 8 MAGGIO 2022 **

E se un’orda di zombie ti inseguisse? Con una bici elettrica autocostruita potresti dargli del filo da torcere.
E se un’alluvione ti zuppasse il guardaroba? Potresti recuperare i vestiti che non metti e ritrasformarli nel tuo nuovo stile.
E se un fungo atomico ti lasciasse col dubbio di essere rimasta l’unica persona sulla terra? Con la tua loop antenna potresti ascoltare le onde medie e rassicurarti che Radio Wombat trasmette ancora.
E se la mamma decidesse di smettere di rammendarti i calzini? Potresti sbeffeggiarla sfoderando le tue nuove capacita’ sartoriali.

Per le apocalissi dell’oggi e del domani.. potete contare su Brugole e Merletti!

Tutti i dettagli del programma su: https://doityourtrash.noblogs.org/

[SABATO 07 MAGGIO]

dalle 10.30
Falegnameria di base
Elettricità casalinga
Cartoline pop-up

alle 13
Pranzo
benefit Cassa di resistenza Si-Cobas Prato

dalle 15.30
Occhi a me!  (parte prima)
Cucito
Laboratorio di spot radiofonici
Ciclofficina

alle 20.00
Cena
benefit spese legali Occupazione di via Toselli

Alle 22.00
Live: Metamorphosen + MalClango

[DOMENICA 08 MAGGIO]

alle 11
Tessuto aereo

alle 13.00
Pranzo
benefit spese legali Occupazione di via Toselli

dalle 15.00
Laboratorio di autoriparazione
Occhi a me! (parte seconda)
Laboratorio di bigiotteria di recupero
Salva la vita a un grafico/a: fatti le tue locandine! 
Falegnameria di base

dom 15 maggio – Casting cortometraggio “Simulacrum”

Domenica 15 Maggio dalle ore 16.00

Casting per il cortometraggio Simulacrum.


Volti particolari, fisionomie marcate, fisicità espressive. 
Potete candidarvi qui: castingsimulacrum@gmail.com

Chi lo desidera può portare un pezzo da recitare, o meglio ancora una danza.

Il film sarà girato in Toscana nel periodo estivo.
Cortometraggio finanziato tramite crowfunding e autoprodotto Non è prevista una retribuzione