Archivi categoria: Iniziative

Mer 23/03 h 21.00 – Assemblea di quartiere c/o circolo di castello

Gli ultimi difficoltosi anni ci hanno ricordato quanto sono importanti le comunità solidali, mentre il territorio a noi viene trasformato arbitrariamente stravolgendo il tessuto sociale che ne fa parte e ci vive.

Il quartiere di Castello è stato, e purtroppo è, teatro di numerose abbuffate speculative quartiere e sciatte pianificazioni urbanistiche in cui le esigenze e attenzioni verso gli abitanti sono regolari messe in secondo piano rispetto al profitto ed interesse di pochi. 

Nei fatti, mentre mancano piazze, strutture sanitarie, spazi verdi pubblici il quartiere viene ciclicamente minacciato da ulteriori cementificazioni sotto forma di villette in un territorio già denso di persone, ironicamente sostenute come inevitabili soluzioni per il recupero di vecchie strutture andate a male, come quelle dell’ex Cerdec .                                   

Da ridere però c’è ben poco considerato quanto queste proposte facciano emergere la  noncuranza con cui costruttori ed amministratori sottovalutano le possibili nocività legate allo stoccaggio di materiale contaminato proveniente da questi ecomostri industriali ed alla piu che probabile immissione di inquinanti nei terreni e nella falda circorstante.                                  

La conversione di questi luoghi dovrebbe avere come prioritaria la riqualificazione paesaggistica, ambientale e sanitaria dell’area stessa, garantendo monitaraggi continui e trasparenti ai cittadini e alle cittadine della zona.                                

Per il quartiere sano, vivibile e solidale che vogliamo la partecipazione attiva e critica alla discussione pubblica diventa quindi inevitabile, soprattutto in un contesto emergenziale come quello attuale in cui è costante il ricorso delle amministrazioni a tardive e malcomunicate deroghe e varianti.                                 

Siete quindi tutte e tutti invitati il 23 marzo alle ore 21.00 al Circolo di Castello in via R . Giuliani 374 per un confronto aperto sulle esigenze e criticità del quartiere, cercando di capire insieme come muoverci e tutelarci.

Csa Next Emerson

sab 12 marzo – in ricordo di orso – benefit staffetta sanitaria rojava

Dalle 18.00

Inaugurazione del murales di Ninjaz, installazioni e asta di opere benefit Staffetta Sanitaria per il Rojava.

Una raccolta di pensieri e figure, per ricordare Orso partigiano di Rifredi.

h 19.00 Dischi a cura di Exchange Cypherz Breaking Crew

h 20.00 Aperitivo e cena benefit [prenotazioni al 3475922888]

h 21.30 Asta benefit opere

h 22.30 – 24.00 Dischi e break jam

Info Staffetta Sanitaria Rojava http://www.staffettasanitaria-rojava.it/

domenica 6 marzo dalle 15.00 – da piazza san marco camminata anticolonialista

Trekking urbano nei luoghi della Firenze coloniale per riappropriarsi di una memoria antifascista e antirazzista

Targhe, monumenti, edifici, intitolazioni di vie costellano Firenze a “glorificazione” del colonialismo italiano e a “legittimazione” della superiorità della razza: uno dei pilastri che ha “giustificato” l’imperialismo italiano in Africa.

Un passato coloniale rimosso nel mito degli “italiani brava gente” e che tace sui massacri delle popolazioni civili, le torture e le esecuzioni sommarie dei partigiani indipendentisti, i bombardamenti con le armi chimiche.

Un passato coloniale che spesso è perfettamente coincidente con il periodo fascista.

Una camminata nei luoghi del colonialismo italiano a Firenze è riappropriazione di una memoria storica antifascista, anticolonialista, antirazzista

Domenica 6 marzo ore 15.00

Si parte da Piazza San Marco e si arriva in Piazza Tasso

Durata circa 2 ore

Organizzano Csa Next-Emerson e Macchieurbane

IFDO hacklab presenta: Corso di python Zozzo – ma meno del precedente

Causa sfighe da covid abbiamo dovuto slittare il corso in avanti, precisamente a Marzo.

3 lezioni sulla programmazione in python e una domenica pomeriggio in cui si sviluppa assieme un piccolo progetto, per tirare le fila.
La prima parte verterà sulle basi della programmazione ad oggetti in python, il progetto sarà una sorta di scaricatore automagico di brani da youtube, con l’idea di tenerli in un database e non rivisitare il sito di continuo, ogni volta che si ascolta lo stesso brano, che poi Greta piange.
Il corso si articola in 3 mercoledì alle h 21 (2, 9, 16 Marzo) e gran finale domenica 3 aprile dalle h 16 (ma il gran finale è indicativo, nel senso che la data verrà confermata o modificata con le persone presenti al corso per venire incontro alle esigenze di tutt*)

[MARZO]

  • Mercoledì 02 – ore 21
  • Mercoledì 09 – ore 21
  • Mercoledì 16 – ore 21

Domenica 19 dicembre – camminata a fonte giallina

Domenica 19 Dicembre camminata a Fonte Giallina

Partenza ore 10.00 dal Csa Next-Emerson, via di Bellagio 15 (zona Castello)

La camminata è leggermente in salita. Buona parte su strada, ma una parte è nel bosco, Servono scarponcini.

Durata circa 90 minuti per l’andata e 60 minuti per il ritorno

Al ritorno ci saranno panini, dolci e bevande al Csa Next-Emerson

Cancellata in caso di maltempo

dom 21/11 camminata a castello, nei luoghi di pinocchio

Una camminata nel quartiere di Pinocchio. Un percorso studiato e realizzato dagli autori della guida antituristica “Firenze NoCost”.

>>> Ore 15.00 Partenza dal Circolo di Castello e camminata “lento pede” fra tracce, memorie e curiosità del burattino più famoso al mondo. Con la presenza di Mīlĕs, autore delle illustrazioni del libro “Pinocchio. Il legno e la carne”, edizioni Contrabbandiera 2021.

>>> Ore 17.30 Merenda e/o aperitivo precoce allo spazio Quilombo, presso il csa nEXt Emerson, in via di Bellagio.

>>> Ore 18.30 Prestazione del libro illustrato “Pinocchio. Il legno e la carne” di Mīlĕs (Contrabbandiera, 2021), con l’autore.

***

Pinocchio. Il legno e la carne” è un silent book realizzato da Mīlĕs, street artist noto sulla scena nazionale, e edito dalla casa editrice indipendente Contrabbandiera, in un progetto sviluppato assieme a Street Levels Gallery, la galleria fiorentina dedicata all’arte urbana.

Mīlĕs rilegge e reinterpreta l’opera collodiana per sole immagini, sviluppandola con grande varietà di tecniche e materiali. Il Pinocchio di Mīlĕs è legno e carne insieme, è macelleria e falegnameria: non c’è il prima né un dopo. La violenza, la mutazione, la liberazione si intersecano per dare vita a un affresco totale di mille anime e d’animali. È il legno, e la carne insieme.

Anche in caso di pioggia

Flyer

il nextemerson all’asta: atto II

Martedi’ 19 ottobre – Presidio in p.za Beccaria alle 10.00, sotto lo studio notarile.

Sono passati pochi mesi dall’asta in cui a luglio veniva messo per la prima volta in vendita l’area occupata dal nEXt Emerson. Abbiamo appena appreso dal sito delle aste giudiziarie che la prossima sarà martedì 19 ottobre. Sembra che si abbia piuttosto fretta di mandare avanti i rituali burocratici e non ripetere per intero tutto l’iter. Il fine è sempre lo stesso: cercare di disfarsi di quella che per loro e’ un’area da cementificare, e per noi un’esperienza di autogestione lunga trent’anni.

Il prezzo base è calato di poco, pur rimanenendo piuttosto alto. La fretta di vendere prima della discussione del nuovo piano strutturale svela una certa urgenza di chiudere l’affare, arraffare il cash, in stile prendi i soldi e scappa. Magari prima che qualcuno possa accorgersi che nel quartiere è in fieri un’operazione di potente edificazione residenziale sull’area Ex cerdec, tre volte più grande dell’Emerson. Trasformazione urbanistaca per la quale non è stato chiarito se siano stati previsti nuovi servizi, nuovo verde pubblico e sulla quale gravano ancora molti nodi irrisolti. A maggior ragione l’area occupata dal centro sociale, se le cose avessero un senso, dovrebbe essere un polmone di verde e socialità, non un ulteriore fila di casette, per appagare i bisogni di pochi abbienti.

L’area occupata dal Csa ha già visto il fallimento della Cooperativa Unica, che non è mai riuscita a realizzare il progetto residenziale su quei terreni, e potrebbe diventare la Caporetto anche della prossima proprietà. Forse anche per questo il curatore fallimentare spinge sull’accelleratore prima che si palesino i limiti e i vincoli che sulla nostra area dovrebbero essere applicati se si volesse davvero cercare di avere uno sguardo d’insieme sullo sviluppo urbanistico del borgo di Castello.

Come lo scorso luglio invitiamo chi potrà a un presidio il 19 ottobre in piazza Beccaria alle h 10,00, sotto lo studio notarile nel quale saranno aperte eventuali buste.