Archivi categoria: Proiezioni

21/10 [Kin8] Rassegna psycho-giappo: “Kodoku Meatball Machine”

Kin8 – cinema al Next Emerson – riparte con un ciclo di rassegne cinematografiche per tutti i gusti, ogni mercoledì sera.

La prima che proponiamo è la “rassegna psycho-giappo” più splatter del mondo!

MERCOLEDI’ 21 OTTOBRE

>>>> Dalle 20 alle 21 aperitivo con birrini e panini alle polpette!!!!

>>>> Alle 21 inizia la proiezione

Kodoku Meatball Machine, 2017 di Yoshihiro Nishimura (1h 40min)

Yoshihiro Nishimura già regista del cult gore Tokyo Gore Police (2008), riprende il seminale Meatball Machine (2005) di cui si era occupato degli effetti speciali, per spingere al massimo sull’accelerazione dello splatter e del grottesco.  

Yuji Noda è un esattore vessato, disperato, ammorbato da una società viziata dal denaro… e scopre di essere pure ammalato di cancro! La situazione precipita quando dei Necroborg lanciano un’offensiva parassitaria alla Terra, trasformando gli umani in caricature di se stessi in versione cyborg. Sarà proprio il suo cancro a rendere  Yuji Noda immune e potenzialmente impavido eroe biomeccanico.

Kodoku Meatball Machine non è un film perfetto, troppo lungo, esagerato, non segue le regole base di scrittura cinematografica, non alterna fasi di tensione con momenti di calma, non ci fa sconti, tira dritto, di trovata in trovata, macina tutto, e se può esagerare lo fa senza guardare in faccia nessuno. 

Trailer: https://youtu.be/DBVgbSBY-ww

[Attenzione alle norme Covid: porta la tua mascherina e mantieni il distanziamento, ricorda sempre di rispettare chi ti sta vicino.]

mer 26/08 KIN8 – cinema al Next Emerson Garden: proiezione di “Summer (Leto)”

La rassegna “cinema e musica” proposta da Kin8 per l’estate al Next Garden prosegue mercoledì 26 agosto alle 21.30 con “Summer (Leto)“.

Summer (Leto) è un film del 2018 diretto e co-sceneggiato da Kirill Serebrennikov, basato sul periodo giovanile del cantante rock russo Viktor Coj e dei Kino. Durata 126 min.

Nella scena musicale della Leningrado dei primi anni ottanta, il giovane Viktor Coj fa la conoscenza del cantautore Mike Naumenko e di sua moglie Natal’ja, con i quali condivide la passione per la musica rock occidentale, invisa alla censura sovietica; le loro vicende sentimentali e artistiche si intrecceranno con quelle del Leningradskij rok-klub, con la formazione dei Kino e l’incisione del loro primo album, 45.

>>>> Trailer qui

>>>> Recensione di Cristina Piccino, su Il Manifesto 15 novembre 2018

Kirill Serebrennikov allo scorso Festival Cannes, dove il suo nuovo film Leto era in concorso, non c’era; accanto al nome annunciato sul foglietto della conferenza stampa si leggeva, «sedia vuota«, mentre gli attori e l’equipe del film, salendo le «Marches», avevano innalzato uno striscione chiedendone la liberazione. Serebrennikov è agli arresti domiciliari per un’accusa di frode dall’agosto del 2017, fermato proprio mentre era sul set di Leto – che ha finito al computer in casa – subendo la stessa sorte dei suoi personaggi, solo che lì erano gli anni della grisaglia brezneviana, qui siamo nel millennio neocapitalista di Putin. Eppure… Da più parti, infatti il processo contro Serebrennikov, che si è aperto qualche giorno fa con la dichiarazione di innocenza del regista, viene considerato come l’ennesimo attacco dei conservatori contro gli artisti «scomodi», tanto più che Serebrennikov è già stato preso di mira dalla censura in passato. 

Leto, in sala col titolo Summer,  in un bianco e nero graffiato a effetto home-movie dal colore, ci riporta a Leningrado (non ancora tornata San Pietroburgo) negli ’80, quando i cambiamenti sembrano impossibili – ma il Muro di Berlino verrà abbattuto non molto tempo più tardi – nonostante come in altri Paesi del socialismo reale un sentimento punk-rock attraversi i desideri delle generazioni più giovani.

A LENINGRADO la scena musicale underground sfida i divieti, ma i gruppi trovano spazio solo in club quasi clandestini, il Leningrado Rock Club soprattutto.E anche lì funzionari dell’ordine e censori controllano i testi esigono spiegazioni, alzano il sopracciglio nauseati dalle parole che rivendicano un altro mondo un’altra vita mentre al pubblico è vietato alzarsi e battere i piedi per terra. I musicisti inventano, glissano, alludono, immaginano in testa hanno il rock e il punk, i Sex Pistols, e la new wave, Blondie e Bowie, fuori «addomesticano» le loro chitarre con l’arte dei grandi rivoluzionari contro il «no future» di repressione e controllo.

IL LEADER indiscusso è Mike, lo adorano, è un riferimento, la sua band si chiama Zoopark, quando suona le ragazze impazziscono; ama Dylan e Lou Reed, è carismatico, generoso, gli perdonano pure di non essere abbastanza «graffiante» con le sue canzoni, forse perché nella vita non soffre abbastanza… Con lui c’è Natalia, la sua compagna, bella, ironica, insieme «giocano» a fare le star. L’amore è trovare un disco raro al mercato nero o del «vero» caffé. La casa è una stanza dove si fuma e si suona, i vicini ascoltano e sono complici, si occupano del loro bambino. «In occidente hanno Mike, noi abbiamo Mika» dicono gli amici mentre li filmano come Jagger e gli Stones. La libertà è il mare, una fetta di cocomero, il vino, farsi il bagno nudi, una canzone suonata piano. L’estate con le sue promesse che come le canzoni possono cambiare il mondo.

UN GIORNO arrivano due ragazzini, uno si chiama Viktor, è un poeta, odia i compromessi, è o tutto o niente. Diventano amici, amano la stessa donna, lei chiede il permesso al suo uomo per baciare Viktor perché «noi non vogliamo avere segreti». Viktor è Viktor Tsoi (l’attore Teo Yoo), figlio di un ingegnere coreano e leggenda della controcultura nell’era sovietica coi suoi Kino – perché un gruppo deve avere un nome corto – morto a ventotto anni schiantandosi con l’auto in Lettonia nell’estate del 1990. Mika è Mike Naumenko (nel film la rock star Roman Bylik cantante degli Zveri che hanno curato tutti gli arrangiamenti) ucciso nel 1991 in una rapina. Tutti e due non hanno saputo come sarebbe andata a finire quella Perestrojka che Mike già odiava, e che forse come è accaduto a tanti altri li avrebbe inghiottiti nel nulla.

PARLA di loro il film di Serebrennikov, anche se il biopic al regista interessa fino a un certo punto, cosa che gli permette una leggerezza emozionale e soprattutto di sfuggire al cliché della rockstar «maledetta» su schermo, cercando invece una corrispondenza intima tra la sua narrazione e quella delle canzoni, tra le vite e la loro invenzione. Il suo è un racconto crudele della giovinezza, dei sogni che evaporano nei cambiamenti, degli amori che finiscono, delle certezze. Cosa vuol dire avere vent’anni quando intorno cercano di sfinirti in ogni modo, quella rabbia giovane e «new wave» che ovunque in quel momento dell’esistenza è necessaria. C’è una canzone di Tsoi dal titolo L’estate che sta per finire, come è finita la loro estate spensierata a dispetto di tutto, poliziotti, benpensanti, mercato nero. Ma Serebrennikov si ferma prima, quando le cose possono ancora accadere. «Il nostro amore è da ragazzini, camminiamo mano nella mano»dice Natalia a Mike parlando di Viktor. Non è successo nulla, non succederà nulla, ma in quello spazio prima di ogni cosa, anche di un bacio innocente, c’è questa estate in cui tutto comincia, il disordine, le scoperte, il sentimento della possibilità.

Mer 29/07 Proiezione “All’Assalto. Le radici del rap in italiano” + Exchange Cypherz

Al Next Emerson Garden KIN8 cinema presenta:

Ore 20 e dopo la proiezione dj set (funk, afrobeat, hip hop ecc.) & breakin – a cura di Exchange Cypherz

Ore 21.30 proiezione “All’Assalto. Le radici del rap in italiano” .Un documentario di Paolo Fazzini. Con Assalti Frontali, 99 Posse, Papa Ricky, AK47, Nuovi Briganti, Lele Prox, Militant A, Lion Horse Posse, Menti Criminali. Italia, 2016.

>>>>>>> Sarà nostro ospite Andrea Antonini aka A.N.D. delle “Menti Criminali” che introdurrà il documentario <<<<<<<

Il documentario ALL’ASSALTO vuole indagare le radici del rap in lingua italiana ad opera di quei gruppi i quali hanno rappresentato il controverso fenomeno delle “posse”, sviluppatosi in Italia all’inizio degli anni ’90. Sotto questa sommaria e imprecisa definizione si raccolgono gruppi musicali che ruotano principalmente attorno al genere rap, reggae e ragamuffin e che, partiti dall’ambito underground, hanno a volte guadagnato sempre più terreno nella scena musicale nazionale. Politica, controinformazione, impegno sociale sono gli ingredienti principali dello spettacolo proposto da quelle crew che, da molti, sono riconosciute come pionieri di un nuovo modo di fare musica.



Una festa da Dio – Benefit Palestra Popolare San Pietrino

– UNA FESTA DA DIO – 17 luglio 2020

Tornano le feste targate Palestra Popolare San Pietrino, CSA Next Emerson nel bellissimo e ancor più liberato giardino del Csa. La serata sarà un benefit per la palestra quindi SUPPORT! Dalle 19 si inizia con la musica dei Rootsman Skan SoundSystem (reagge-dub) e il loro impianto dopo verrà servito il fantastico-mitico-incredibile-sognato da tutt* APERITIVOSANPIETRINO. Sappiamo bene che i nostr* atlet* sono degli abili cucinator* e per questo è stato nominato migliore aperitivo di Firenze Nord

alle 20 e 30 ci trasferiremo all’interno della palestra per assistere agli spettacoli di acrobatica aerea

alle 21 circa ci sarà la proiezione del film La forza del singolo di John G. Avildsen regista di Karate Kid e Pornocchio. Con Morgan Freeman.

Finito il film faremo chiusura con musica e tanti cocktail estivi !!

VOGLIAMO RICORDARE CHE: LO SPORT È UNA RISORSA; È AGGREGAZIONE E PUNTO DI RIFERIMENTO PER LE PERSONE E DEVE ESSERE ACCESSIBILE A TUTTI. W LO SPORT POPOLARE! W LA SAN PIETRINO!

Luglio – Cinema all’aperto al Csa Next-Emerson

Clicca per ingrandire

Tutti i mercoledì (eccetto il 15 luglio) proiezioni nel giardino del CSA. Inizio ore 21.30. Per ogni proiezione verrà di volta in volta pubblicata la sinossi

Iniziamo con “Caterina”, documentario dedicato alla cantante folk fiorentina Caterina Bueno che ha operato una ricerca essenziale sul recupero del patrimonio musicale popolare

Qui la scheda https://www.csaexemerson.it/mercoledi-1-luglio-giardino-next-emerson-proiezione-di-caterina/

NextEmerson Garden 2020

All’inizio di marzo, valutata la situazione sanitaria che stavamo vivendo, il NextEmerson ha deciso di sospendere temporaneamente tutte le attivita’ all’interno del proprio spazio. E’ stata una decisione difficile, ma lo spirito con cui l’abbiamo fatto e’ stato lo stesso con cui adesso decidiamo di riaprire. Prima di tutto, e sopra ogni altra cosa, il NextEmerson vive per prendersi cura l’uno dell’altra. Non aspettiamo regole dalle istituzioni, ma ce le diamo noi stessi, a volte anche piu’ stringenti, ma scelte e valutate insieme.
Per questo, al momento della riapertura, abbiamo deciso di darci delle regole che vi chiediamo di condividere. Sono il frutto del nostro confronto, delle nostre discussioni e della nostra sensibilita’, siete tutte e tutti invitati a contribuirvi partecipando alla nostra assemblea settimanale il martedi’ alle 21.30.

  • Non date per scontato che chi vi sta accanto abbia la stessa vostra serenita’ nel viversi i rischi sanitari legati a questa pandemia. Se voi vi sentite tranquille e a vostro agio, le altre persone potrebbero invece avere mille motivi per non esserlo, cercate di non prevaricarle e fate attenzione ai segnali che vi vengono dati.
  • Abbiate cura degli spazi del NextEmerson e delle persone che quotidianamente lo vivono. Aiutateci a tenerlo pulito, non lasciate in giro la vostra spazzatura, non fate cose che potrebbero metterlo a rischio.
  • Sentitevi responsabili per voi, ma anche per chi vi sta accanto o per chi verra’ domani. Alcune pratiche di buon senso e di igiene sono onestamente utili e richiedono poco sforzo.
  • Leggete i cartelli che lasceremo in giro, vi spiegheranno come abbiamo deciso di comportarci nel pratico.

Giugno / Luglio 2020

(in aggiornamento e ampliamento)

Dalle 21.30 a mezzanotte, nel fresco giardino del NextEmerson

  • Ven 19 giugno – presentazione del numero 0 di… Choosy – la fanzine autoprodotta di Ifdo, hacklab fiorentino
  • Ven 26 giugno – presentazione del libro illustrato con l’autrice Milena Prestia, Disegni Ribelli. Storie di lotta e liberta’. La resistenza illustrata.
  • Ven 3 luglio – presentazione del libro con l’autore Edoardo Molinelli, Cuori Partigiani. La storia dei calciatori professionisti nella resistenza italiana. Red Star press 2019
  • Ven 10 luglio – Presentazione di Future. Voci di donne afrodiscendenti. Con la partecipazione di Antar Marincola e Angelica Pesarini.
  • Ven 17 luglio – Proiezione di La forza del singolo (di J.G. Alviden – 1982) – Pugilato e apartheid in sudafrica
  • Ven 24 luglio – Presentazione con la curatrice Martina Guerrini del libro di Annie Le Brun, L’eccesso di realta’ . La mercificazione del sensibile – BFS edizioni 2020
  • Ven 31 luglioNext19 – Socioanalisi narrativa sulla vita durante il lockdown – Condivisione dei risultati.

Dom 16 feb kin8 cinema: Black Power Mixtape: 1967-75

domenica 16 febbraio 2020

>> h 20.30 : Apericena

>> h 21.30 : Proiezione di "The Black Power Mixtape, 1967-1975".

Regia Goran Olsson - durata 100'. Documentario del 2011.

Esamina l'evoluzione del movimento Black Power nella società americana, attraverso i filmati del movimento USA. 
"Olsson riesce a restituire un quadro complesso del movimento Black Power attraverso un montaggio intelligente che alterna immagini dei personaggi storici, delle loro interviste e delle loro conferenze, a quelle di persone comuni, dei ragazzi dei sobborghi delle grandi città. Le immagini sono commentate da voci fuori campo di professori e attivisti politici come Erika Badu, Talib Kweli, Harry Belafonte, Angela Davis e molti altri, ma anche da un’accattivante colonna sonora scritta da Ahmir Questlove Thompson e da Om’Mas Keith, membro del gruppo hip hop Sa-Ra."

Lingua: Inglese con sottotitoli in Italiano a cura di KIN8

Mai distribuito in Italia.

KIN8 - sala cinema CSA NEXT EMERSON

trailer https://www.youtube.com/watch?v=F56O3kZ9qr0

Dom 9 Feb Kin8 cinema: The Black Panther Party, vanguard of the revolution

Ore 20.30 apericena

Ore 21.30 Proiezione: The Black Panther Party, Vanguard of the Revolution

regia Stanley Nelson Jr – 115′ eng sottotitoli ita

Documentario del 2015. Combina filmati d’archivio e interviste con le Pantere Nere sopravvissute per raccontare la storia dell’organizzazione rivoluzionaria nera Black Panther Party.

Sottotitoli a cura di kin8 – mai distribuito in Italia

Trailer http://www.pbs.org/independentlens/videos/the-black-panthers-vanguard-of-the-revolution-trailer/

KIN8 (si legge chinotto!) è un nuovo spazio dedicato alla presentazione e proiezione di opere cinematografiche. La programmazione è in continuo aggiornamento. Seguici sul sito www.csaexemerson.it o cercaci su lapunta.org e se vuoi proporre qualcosa anche tu ci trovi tutti i martedì dalle 21.30. 

Csa Next Emerson, via di Bellagio 15, Firenze zona Castello (bus 2 e 28, in treno stazione Firenze Castello). La sala cinema si trova nel secondo capannone, entrate nel cancello e sulla sinistra ci sono le scale esterne per accedere. Email: assemblea@csaexemerson.it. 

Dom 2 feb – Inaugurazione kin8

Domenica 2 febbraio 2020 
Inaugurazione di “ KIN8 ” - la nuova sala CINEMA del Csa Next Emerson - 

Programma: 

+++ Ore 20.45 – taglio del nastro e brindisi di benvenuto 

+++ Ore 21 – presentazione del libro con l’autrice Martina Guerrini “Le cospiratrici. Rivoluzionarie russe di fine Ottocento. Lettere e memorie di Olimpia Kutuzova Cafiero” (BFS edizioni, Pisa 2016) 

Il primo saggio, “Viaggio nel sottosuolo. Il ruolo delle donne nel movimento rivoluzionario russo (1860-1881)” ricostruisce la storia dell’emancipazione femminile russa nell’esplosivo ventennio che vedrà lo sviluppo del nichilismo e del populismo. Il secondo saggio “Una populista russa alla stazione di Milano” presenta per la prima volta in Italia il profilo biografico della populista anarchica Olimpia Kutuzova Cafiero. Questa ha narrato la sua vicenda in due racconti autobiografici, presenti nel testo, corredati da fotografie e riproduzioni dell’epistolario e delle cartoline della rivoluzionaria russa. 
http://www.bfs.it/edizioni/libro.php?id=209 

+++ Ore 22 – proiezione di “Resistance – La battaglia di Sebastopoli” (di Sergey Mokritskiy, Ucraina, Russia, 2015, 110’, ita) 

Film biografico di guerra improntato sulla vicenda di Ljudmyla Mychajlivna Pavličenko, una ragazza ucraina arruolata nell'Armata Rossa per combattere l'invasione nazista dell'Unione Sovietica, diventata una delle cecchine più mortali della Seconda Guerra Mondiale. Il film si svolge intorno agli eventi dell'assedio di Odessa e dell'assedio di Sebastopoli. In Italia è uscito solo in DVD nel 2017.  
«E: E voi chi siete? L: Sono un cecchino. E: Una donna cecchino? L: Nel nostro Paese le donne combattono in guerra insieme agli uomini. E: E quanti uomini ha ucciso? L: Nessun uomo, solo fascisti. Trecentonove.»  

https://www.youtube.com/watch?v=1zIQPsaVUn0 

KIN8 (si legge chinotto!) è un nuovo spazio sociale dedicato alla presentazione e proiezione di opere cinematografiche. La programmazione è in continuo aggiornamento ed è autogestita dall’assemblea del csa Next Emerson. Seguici sul sito www.csaexemerson.it o cercaci su lapunta.org e se vuoi proporre qualcosa anche tu ci trovi tutti i martedì dalle 21.30. 

Csa Next Emerson, via di Bellagio 15, Firenze zona Castello (bus 2 e 28, in treno stazione Firenze Castello). La sala cinema si trova nel secondo capannone, entrate nel cancello e sulla sinistra ci sono le scale esterne per accedere. Email: assemblea@csaexemerson.it. 

 

Sab 21 dic – Oidio + A particolari intolleranze + Bozoo

OIDIO ore 21:30
fotografie e testi di Matilde Guarducci ritratti di Giulia Noci poesie di Elettra Sereni

A PARTICOLARI INTOLLERANZE ore 22:30
Cortometraggio: durata 30 minuti.

BOZOO ore 23:15
Concerto
I Bozoo sono un gruppo composto da:
Alessandro Gonfiantini (voce, chitarra);
Marco Benedetti (basso);
Andrea Baroni (chitarra);
Alessandro Lucarini (batteria).