Archivi tag: benefit

Inchiostri Ribelli 2015

disegno_definitivo_webTerza edizione di Inchiostri Ribelli!
Quest’anno molto piu’ densa di contenuti, non mancate.

Ven 15 / Sab 16 / Dom 17 maggio 2015

Tutto il programma completo, i dettagli su tutti i partecipanti, le informazioni logistiche etc. su http://inchiostriribelli.noblogs.org/

Nell’anno del “very bello”, imbarazzante slogan lanciato dall’Expo, INCHIOSTRIribelli2015Inchiostri Ribelli vorrebbe invece rappresentare una piccola parte di quelle culture di strada, di piazza, di periferia, che non vivano nel mondo morbidoso e finto dei grandi eventi, ma si nutrono di piccole lotte quotidiane, di autogestione, di solidarietà.

Il nostro immaginario e’ ricco e vogliamo dargli vita, perche’ alimenti pensieri critici e visioni del mondo diverse e aiuti chi in questi anni si e’ assunto la responsabilita’ e la fatica di cercare di realizzarle.

Anche quest’anno la tre giorni e’ benefit per la lotta NoTav della Val di Susa e per chi e’ ancora in carcere per il G8 di Genova, perche’ anni fa abbiamo iniziato un disegno, e non siamo persone che lasciano le cose a mezzo.

Brugole e merletti 2015

Eccoci arrivati alla terza edizione di Brugole e merletti!
Di seguito il programma.
Tutte le info complete su http://doityourtrash.noblogs.org

programmaVen 17 aprile

Sab 18 aprile

 

Ma cos’e’ Brugole e Merletti ???

Negli ultimi cinquant’anni si e’ fatta strada nelle nostre vite un’insistente idea di progresso. Il benessere individuale si misurava in soldi, macchine e elettrodomestici, la crescente padronanza nell’uso delle tecnologie informatiche ci avrebbe affrancato dalla schiavitù del lavoro. L’informatica e la microelettronica sono state elette a scienze del futuro, i tecnici sacerdoti di una casta oscura. Eppure smontare un computer non è molto diverso da smontare un motore. La tecnologia del progresso era una tecnologia inaccessibile e lontana, determinata dall’alto e guidata da scelte di mercato. Saper lavorare la terra, conoscere i ritmi delle stagioni, essere in grado di intrecciare cesti, riparare macchine diventava il simbolo di un “vecchio mondo”. Il mondo nuovo, quello veloce e elettronico, ci avrebbe liberato: ci avrebbe dato cibo in abbondanza senza farci faticare, ci avrebbe riempito di cianfrusaglie bellissime, di plastica usa e getta, di una frivola e rilassata agiatezza.

Arrivati ad oggi pero’ è sempre piu’ difficile riuscire seriamente a sostenere l’ideologia di un progresso le cui macerie e devastazioni crescono di giorno in giorno. Abitiamo un mondo soffocato dal cemento, dalla plastica e dai rifiuti, la tecnologia, lungi dall’affrancarci, ci ha invece reso ancora piu’ dipendenti e ansiosi.
Traditi da un’idea falsa e inconsistente, ci siamo ritrovati un bel giorno spiazzati, con delle mani sempre piu’ inutili e incapaci di sopravvivere senza un supermercato aperto.
Triste è il futuro, se non impariamo da capo le conoscenze che abbiamo perso, vuote le critiche, se non alleniamo il cervello a una pragmaticità della sopravvivenza.

Dobbiamo riproporci di diventare abili in mille tecniche, utilizzare la curiosita’, ibridare le specializzazioni, recuperare le vecchie capacita’ perdute e unirle alle possibilita’ date dai nuovi strumenti. Una stampante 3D ci aiuterà a riparare un tornio, un software open source ci permettera’ di entrare nella centralina della nostra automobile..
Non e’ importante la tecnica, e’ importante l’approccio. Sporcarsi le mani imparando collettivamente e’ l’essenza dell’autogestione.

Sab 6 dicembre – Food Fighters

locandina_foodfighters****
ore 19.30 – Aperitivo
ore 20.30 – Spettacolo teatrale Il Ritorno – Ispirato alla storia del partigiano Brindisi, il maratoneta della Valle d’Itria.
ore 21.30 – contest Food Fighters

****

Contest gastronomico di cucina vegan all’ultimo sangue (si fa per dire)

Dagli antipasti ai dolci, per dimostrare che si puo’ mangiare da 10 anche senza carne e derivati.

Round 1:

Cecco klan – sacre scuole
vs
Mondeggi – vegan  commando

Giuria popolare + Gran giuri true elite
Benefit denunce

ATTENZIONE!
prenotazione obbligatoria entro le 12 del giorno stesso a foodfighters@inventati.org

Spettacolo teatrale   “IL RITORNO”
ideato e scritto da Salvatore Arena
attore narrante Massimo Zaccaria

Un uomo attraversa la seconda guerra mondiale. Con la divisa da partigiano.  Dal sud alle montagne del nord per cercare di essere un uomo, per cacciarli questi tedeschi, per togliere quelle camicie nere. Giustino è un uomo semplice, è prima soldato imboscato allo spaccio, in una caserma di Torino. Poi si ritrova partigiano, per vendetta, in nome del suo amico ucciso dai nazisti, in nome di una libertà appena conosciuta poi desiderata, cercata, fortemente voluta. Si è combattenti sulle montagne. Si mangia quello che si può, quello che si trova, quello che ci portano. Lontano dal caldo, dentro un freddo che ti divora l’anima in attacchi mordi e fuggi. La vita di Giustino è questa per mesi, quando a perdere la vita è Monica, il suo amore, una partigiana conosciuta nelle montagne. E nelle ultime giornate di battaglia si consuma il dramma. I nazisti, per rappresaglia, in risposta alla distruzione di una caserma, bruciano il paese e vanno a cercare i partigiani sin nelle montagne. Tra il fumo del paese e i lanciafiamme la squadra di Giustino è sterminata, solo lui si salva.  Ferito dentro il cuore, lascia quei luoghi e comincia così la sua via crucis tra le macerie del Paese.
Giustino il partigiano ritorna alla sua casa. C’è la madre ad attenderlo per lavarlo dentro sino in fondo, per togliere quel sangue che gli macchia la vista, per essere ancora uomo, per ritrovare la parola, per dare un nome a quel dolore, per ritrovare un senso e appartenere ancora a questo mondo.
La voce narrante è quella di Massimo che da’ colore a questa storia, così vera e pur così lontana, che rischia di perdersi nella memoria dei pochi sopravvissuti.

Lo spettacolo è ispirato alla figura di Pietro Parisi (Cisternino, 1924), contadino, partigiano con il nome di battaglia Brindisi, al fianco della brigata Garibaldi dal 1° novembre 1943 al 7 giugno 1945.

Sab 15 novembre – Giornata per Genuino Clandestino

15novembreA4Sabato 15 novembre

dalle 15 alle 20
Mercato contadino e dell’artigianato
produttori locali di ortaggi freschi, formaggi, miele, pane, aromatiche e tanto altro ancora

alle 16.30
Dibattito su Miti e leggende dei santi allevatori: smantellare il patriarcato decostruendo l’agricoltura pastorale

alle 18
Dibattito 200 chilometri di tubi in eternit negli acquedotti dei comuni di Firenze, Pistoia e Arezzo: come fare?

dalle 20.30
Cena benefit con prodotti bio del mercato, a sostegno del progetto

Genuino Clandestino
Il libro
Inchiesta itinerante sulle resistenze contadine

a seguire
Presentazione del progetto

Prenotazione per la cena gradita: telefonare al numero 334 7267288

Inchiostri Ribelli 2014

erre2014WEB16 – 17 – 18 maggio 2014

Con la valle tatuata nel cuore.

Sono piu’ di 20 anni che la Val di Susa contribuisce a creare una realta’ e un modello di relazioni diverse, qualcosa che assomiglia al concetto di umano, infinitamente piu’ di quanto la nostra societa’ costruita sul primato del soldo sia in grado di partorire. Solidarieta’, coraggio e generosita’ per superare il ruolo passivo e rassegnato al quale ci sentiamo spesso costretti. Non e’ bello il mondo in cui viviamo, ma saper andare al di la’ della lamentela sterile, e assumersi la fatica e l’impegno per costruire rapporti e situazioni differenti, non e’ per nulla facile. E’ difficile opporsi agli interessi di potenti lobby e governi, agli imperi finanziari costruiti sulla cementificazioni e le grandi opere. Diviene possibile solo se non si resta isolati, se queste lotte divengono un patrimonio comune. La valle ha dato tanto a questo paese disastrato, e noi vogliamo restituirle altrettanto, in questo momento in cui la magistratura torinese ha intrapreso una guerra a tutto campo contro il movimento notav.

Quest’anno Inchiostri ribelli e’ dedicata a sostenere le spese legali della valle che resiste, a Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò, a chi in questa lotta investe anima e corpo.

Contro l’oscena accusa di terrorismo per i notav per la libertà loro per l’ aria, l’acqua, il suolo e la salute pubblica della Val Di Susa.

Tutto il programma su: http://inchiostriribelli.noblogs.org

Inchiostri Ribelli 2014 – Programma

Programma completo, dettagli e tutte le info su:
http://inchiostriribelli.noblogs.org

[Venerdi’ 16 maggio]

h 19.30 apertura tattoo and comics expo
h 20.30 apericena
h 22.30 concerto Antares + Dead end street

[Sabato 17 maggio]

h 12.00 apertura tattoo and comics expo
h 13 pranzo
dalle 15.00 games garden
a partire dalle 17 incursioni sonore Die Dolzscher
h 19.00 concerto Asino + Liars
h 20.30 apericena
h 22.30 serata ElectroSwing con Piaceri proletari + Gentleman Militia
(alle 2.30 tutti a nanna che domenica ci risiamo!)

[Domenica 18 maggio]

h 13.00 apertura tattoo and comics expo
dalle 15.00 games garden
h 15.00 torneo di basket Play da ground e skate contest
h 15.30 Comics Battle (sfida con matite alla mano!)
h 17.00 presentazione libro L’armata dei sonnambuli, di Wu Ming
h 20.00 apericena
h 21.00 presentazione libro Oggi tocca a me, una guerra per bande, di Juri Di Molfeta + Mostra fotografica NOTAV di Iskra Coronelli